Il prof. Ruggero De Maria è il nuovo Presidente dello HuGeF
La Fondazione HuGeF dà il benvenuto al prof. Ruggero De Maria che è stato nominato Presidente della Fondazione dall'Assemblea dei Soci.

Il prof. De Maria è un ricercatore e oncologo di fama internazionale e professore di Patologia Generale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. In passato ha ricoperto incarichi di rilievo in importanti istituzioni scientifiche, quali la Direzione del Dipartimento di Ematologia, Oncologia e Medicina Molecolare dell'Istituto Superiore di Sanità e la Direzione Scientifica dell'Istituto Nazionale Tumori "Regina Elena" di Roma. Attualmente è Presidente di Alleanza Contro il Cancro, una rete che riunisce i più importanti Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico che in Italia si occupano di oncologia.

Il prof. De Maria ha una lunga esperienza nella ricerca oncologica maturata in Italia e all'estero e ha diretto gruppi di ricerca e condotto numerosi studi sostenuti da finanziamenti nazionali e internazionali. Tra le sue ricerche più importanti ricordiamo quelle finalizzate a chiarire i meccanismi sottostanti alla produzione delle cellule del sangue e alla resistenza farmacologica delle cellule tumorali. Ha inoltre compiuto studi pionieristici sulle cellule staminali dei tumori, dall'identificazione delle cellule staminali tumorali dei tumori del colon e del polmone, alla scoperta della capacità delle cellule staminali di glioblastoma di creare i vasi tumorali, all'identificazione delle cellule e dei meccanismi alla base della formazione delle metastasi dei tumori alla mammella e al colon.

Il prof. De Maria raccoglie il testimone dal prof. Alberto Piazza, uno dei massimi esperti di genetica delle popolazioni e padre fondatore dello HuGeF, il quale ha svolto il ruolo di Presidente con grande dedizione, capacità ed equilibrio. La Fondazione ringrazia il prof. Piazza per quanto ha fatto per l'Ente e gli augura altrettanta fortuna per la nuova sfida che lo attende nel suo nuovo ruolo di Presidente dell'Accademia delle Scienze di Torino.